sabato 30 gennaio 2016

Crema di barbabietola rossa

Contiene sali minerali (sodio, calcio, potassio, ferro e fosforo), vitamine (A, C e vitamine del gruppo B). Sia il tubero che le sue foglie sono ricchi di antiossidanti e di flavonoidi, utili per proteggere l'organismo dall'azione dei radicali liberi, previene i disturbi cardiovascolari, rafforza i capillari e contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna ed è anche un aiuto per attenuare infiammazioni all'apparato digerente. Mi chiedo come mai non abbia mai pensato di cucinare la barbabietola rossa! Forse ero convinta non avesse un sapore molto appetitoso.. invece è piacevolmente dolce, un po' come la zucca.. da provare!
Per cuocere la barbabietola da cruda, mettetela con la buccia in acqua bollente finché non diventano più morbide (un po' come le patate).




Tempo: 20 min - Dosi: 2 persone - Difficoltà: facile

Ingredienti
3 barbabietole cotte e tagliate a dadini
1/2 porro
50 gr di parmigiano reggiano
8 dl di brodo vegetale
Olio extravergine di oliva
Panna acida o yoghurt magro non dolce
Sale e pepe


In una pentola fate rosolare nell'olio il porro tagliato a rondelle e la barbabietola a dadini (tenetene da parte qualcuno) per circa 5 minuti. Unite quindi il brodo caldo e cuocete per circa 15 minuti. Spegnete il fuoco e, con un frullatore a immersione, trasformate la zuppa in una vellutata omogenea. Aggiungete quindi il formaggio, regolate di sale, pepe e mettete nei piatti fondi. Completate ogni porzione con i dadini messi da parte e della panna (o yogurt).

martedì 5 gennaio 2016

Scorzette d'arancia candite






Tempo: 20 min + 2 giorni di riposo - Dosi: per 40 scorzette circa - Difficoltà: facile

Ingredienti:
2 arance non trattate
100 gr di cioccolato fondente
zucchero
acqua

Lavate le arance, incidete la buccia in spicchi e prelevatela in modo da mantenere 1mm di polpa bianca. Tagliatela a listarelle larghe circa 3mm, mettetele in una pentola con abbondante acqua fredda e portate ad ebollizione. Fate sobbollire 5 minuti, poi lasciate raffreddare le scorze nella loro acqua.

Sgocciolate le scorze e rimettetele nella pentola a fuoco basso con altra acqua, una volta ammorbidite aggiungete tanto zucchero quanto era la quantità di acqua e mescolate fino a far sciogliere completamente lo zucchero. Fate sobbollire 1 minuto, spegnete e lasciate riposare 24 ore.

Riportare a bollore altri 5 minuti, spegnete e lasciate riposare 24 ore.

Riportare a bollore altri 5 minuti, sgocciolate le scorze e fatele asciugare per 2 ore circa. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, intingete le scorze e lasciatele asciugare a temperatura ambiente o in frigorifero.

Sacher Torte



Tempo: 1ora - Dosi: per una torta da 20cm di diametro - Difficoltà: facile

Ingredienti

Per la torta
150 gr di confettura di albicocche
90 gr di zucchero semolato 
75 gr di cioccolato fondente 55% a pezzetti 
65 gr di burro 
65 gr di farina 00 
20 gr di zucchero a velo vanigliato
3 uova
Sale

Per la ganache
250 ml di panna liquida
375 gr di cioccolato fondente 55% a pezzetti

Fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondente a pezzi. A parte montate il burro morbido con lo zucchero a velo, insieme al pizzico di sale. Unite anche i tuorli uno alla volta, ed infine il cioccolato fuso e freddo. 


Montate gli albumi a neve ferma insieme allo zucchero ed incorporateli al composto precedente, senza farli smontare. Unite per ultima la farina e mescolate fino al raggiungimento di un impasto liscio ed omogeneo. Trasferite in uno stampo imburrato ed infarinato del diametro di 20 cm, e fate cuocere in forno già caldo a 175°C per 35 minuti circa.

Fate raffreddare la torta e tagliatela in due strati. Farcite il primo strato con un velo di confettura di albicocche e sovrapponete il secondo. Spalmate la confettura su tutta la superficie del dolce.

Per la ganache: versate la panna in una casseruola e fatela scaldare. Una volta giunta a bollore unite il cioccolato fondente e fatelo sciogliere completamente. Glassate la torta e mettetela in frigo per circa 
20 minuti.

domenica 3 gennaio 2016

Tortino ai carciofi





Tempo: 1h - Dosi: 5 tortini - Difficoltà: media   

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia
3 carciofi
2 uova
100 gr di parmigiano
200 gr di besciamella
200 ml brodo vegetale
1 scalogno
Timo fresco
Olio extravergine
Limone
Sale e Pepe


Pulite i carciofi eliminando le punte, le foglie più esterne e spuntando il gambo. Tagliateli in quattro spicchi e privateli delle barbe interne, l
asciateli in acqua acidulata con limone per qualche minuto. Lasciate appassire lo scalogno tritato in una padella con l'olio, unite i carciofi strizzati e lasciateli tostare qualche istante. Versate il brodo vegetale in padella, coprite con il coperchio e lasciate cuocere per 15 - 20 minuti circa. Spegnete il fuoco, regolate di sale e di pepe e lasciate raffreddare.

Scolate i carciofi e frullateli con un frullatore a immersione (lasciandone qualcuno da parte per guarnire i tortini), uniteli alla besciamella, a metà del parmigiano, qualche foglia di timo fresco e alle uova. Amalgamate tutti gli ingredienti.

Tagliate 5 quadrati di pasta sfoglia e foderatevi delle teglie o pirottini monoporzione imburrati e infornate in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti. Sfornate i tortini e azionate la funzione grill del forno. Rivestite una teglia con carta da forno e, con il parmigiano rimanente, formate cinque forme tonde. Infornate per qualche minuto fino a quando iniziano a dorarsi. Lasciate raffreddare e servite i tortini con le cialde al parmigiano e qualche carciofo.